Successo per l'appello lanciato dall'Admo per salvare la vita ad un tredicenne valdagnese malato di leucemia linfoblastica

VALDAGNO. Quasi quattrocento. In coda per aiutare il tredicenne che aspetta di trovare un donatore compatibile di midollo osseo per sconfiggere la leucemia linfoblastica acuta.

 

È una risposta eccezionale quella data da persone generose di Valdagno e vallata, con età tra i 18 ed i 38 anni, che hanno risposto all'appello dell'Admo, l'associazione donatori di midollo osseo. Si sono presentati al centro trasfusionale del vecchio ospedale “San Lorenzo” per farsi tipizzare, cioè per sottoporsi ad un semplice prelievo del sangue, per stabilire la compatibilità.

 

Un gesto che ha commosso la mamma del ragazzo: «Ringrazio tutti, dagli organizzatori a chi ha messo a disposizione le strutture, fino ad arrivare a chi si è presentato per i prelievi. Hanno fatto qualcosa di davvero straordinario. La speranza è che si possa trovare un donatore per mio figlio, ma anche per alcuni degli altri piccoli ammalati, che sono tanti». (...